di Ermanno Erardi
 
       
 

 

Il bozzello

Il Restauro

Vai al cordame

Il cordame

LE CORDE

Manovra dormiente

Straglio-Sartie-Paterazzi-Venti-Briglie-Trinche del bompresso-Rigge-Corridori-Penzolo-Griselle-Ritenuta-Trinca dell'asta del fiocco-Guida-Draglia-Marciapiede-Reggitoi-Trozza-Sospensore

Manovra corrente

Drizze-Scotte-Mure-Bracci-Mantiglie-Caricascotte-Caricamezzi-Caricaboline-Serrapennoni-Paranchini-Boline-Imbrogli di penna,di gola,di mezzo,di scotta-Ostini-Caricabbasso

Il cordame ha rappresentato un elemento indispensabile per la navigazione ed era utilizzato in passato anche per realizzare le stroppature ai bozzelli.

La stroppatura veniva realizzata con un'impiombatura a canestrello, ovvero reintrecciando tra di loro i legnuoli al fine di formare un anello chiuso

  

assicurandolo poi al bozzello con una legatura piana.

La nostra Reale Marina, ha da sempre usato corde in canapa e precisamente corde della Corderia di Castellammare, voluta da Ferdinando IV di Borbone nel 1796 ( ad oggi ancora produttiva Stabilimento Militare Produzione Cordami ) per completare il piano di potenziamento della marineria napoletana. Tali cordami erano contraddistinti da una filaccia turchina detta Spia. Più tardi cominciò l'utilizzo dei cavi in fil di ferro e poi quelli in acciaio che, a parità di resistenza, pesavano la metà. Le prime navi ad essere attrezzate con cavi in acciaio furono la Flavio Gioia e l'Amerigo Vespucci .

Ma il primato va sicuramente alla corderia americana, infatti le fibre dell'abaca (musa textilis)

Immagine:Musa textilis - Manila Hemp - desc-flower.jpg

permettevano la costruzione di cordame con caratteristiche eccezionali. Tali corde conosciute come Manila rope (canapa di Cebu o Devao) avevano resistenza uguale a quelle in canapa ma pesavano un terzo di queste ultime,in più la loro resistenza aumentava se bagnate, erano più flessibili e galleggiavano.

A parte il materiale, le corde, sono formate da trefoli che compongono i legnuoli e possono essere piane o torticce; quelle piane sono formate da tre(per manovre correnti) o quattro(per manovre dormienti) legnuoli avvolti verso dritta ,quelle torticce sono formate da tre corde piane avvolte nel senso contrario cioè verso sinistra, tale contro avvolgimento permette un minore assorbimento d'acqua ed una minore flessibilità.

                   

quattro legnuoli                              tre legnuoli

Evidentemente per un oggetto antico è indispensabile utilizzare cordame di origine vegetale e non sintetico come quelli normalmente in commercio.

Il passaggio a quelli sintetici è stato facilitato dalle caratteristiche tecniche di quest'ultimo :impermeabilità, leggerezza e resistenza.

Le corde in canapa assorbendo  acqua si appesantiscono e sono chiaramente maneggiabili con estrema difficoltà, in più l'acqua agisce sulla fibra deteriorandola.

artnonart 839.jpg (492794 byte) artnonart 231.jpg (485864 byte) DSCN0301.JPG (533372 byte) artnonart 917.jpg (428704 byte)
       
DSCN0176.JPG (580401 byte) artnonart 919.jpg (597212 byte) artnonart 230.jpg (388834 byte) DSCN1245.JPG (499005 byte)
       
DSCN1241.JPG (520381 byte) DSCN1238.JPG (436322 byte) artnonart 610.jpg (451330 byte)  
 

 

Collezione

Altri oggetti

Contatti

 

[Home] [Il bozzello] [Il restauro] [Il cordame] [Collezione] [Altre oggetti] [Contatti] [Link] [Disponibilità]